Corsi di formazione Obbligatoria RSPP | AREA 81

RSPP significato

RSPP è l’acronimo di, responsabile servizio prevenzione e protezione, questa è una figura poco nota ma fondamentale all’interno dell’azienda, perché ha il compito di garantire le migliori condizioni di lavoro dal punto di vista della prevenzione e protezione dei lavoratori.

corso rspp

Obblighi del responsabile servizio prevenzione e protezione RSPP

E’ sufficiente un solo lavoratore in azienda perché il datore di lavoro sia obbligato a designare l’RSPP e, di conseguenza, a stilare periodicamente l’aggiornamento. La nomina dell’RSPP costituisce per il datore di lavoro un obbligo non delegabile insieme a quello della valutazione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.

Nomina RSPP

Il datore di lavoro può auto-nominarsi responsabile servizio prevenzione e protezione ovvero RSPP, previo specifico corso di formazione abilitante, oppure incaricare tecnici esterni in possesso di capacità e requisiti professionali. E’ tenuto poi, come detto, ad occuparsi periodicamente delle pratiche di aggiornamento RSPP.
La possibilità di delegare la gestione della sicurezza a professionisti che non facciano parte dell’azienda è possibile nella maggior parte dei casi.

In qualunque tipo di azienda, anche dove i rischi di infortuni sono bassi (es. uffici, parrucchieri, ristoranti) deve essere designata questa importante figura per il governo delle misure di prevenzione e protezione.

I compiti del responsabile del servizio di prevenzione e protezione

“L’RSPP, su indicazione del datore di lavoro, si attiva per implementare la sicurezza, riducendo l’esposizione dei rischi per gli operatori. Ogni realtà aziendale presenta situazioni che possono determinare incidenti per gli addetti.
Ogni impresa presenta condizioni di lavoro che possono esporre i lavoratori ai rischi per la sicurezza e salute.

Analizziamo i due campi di azione del Responsabile: prevenzione e protezione.

  • Prevenzione: è l’insieme delle misure collettive e gestionali per prevenire un rischio. Esempio: la formazione dei lavoratori, l’assegnazione dei compiti più rischiosi a personale esperto, l’istallazione di cappe di aspirazione, la delimitazione di un’area di lavoro con transenne.
  • Protezione: comprende tutte le misure prese per proteggere direttamente i lavoratori. Esempio: fornitura di vestiario adeguato, come tute protettive o scarpe antinfortunistica, elmetti, mascherine ed altro per proteggersi.

La protezione può comprendere le attrezzature utilizzate: ripari, barriere, fotocellule e altri sistemi per impedire il verificarsi di incidenti ed infortuni. L’RSPP attua, in funzione delle proprie conoscenze e competenze, le migliori misure di prevenzione e protezione.

In particolare provvede a:

  • individuare fattori di rischio e misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro;
  • elaborare le misure preventive e protettive;
  • elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
  • proporre i programmi di informazione e formazione dei lavoratori;
  • partecipare alle riunioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro;
  • informare i lavoratori circa i rischi sul lavoro e su come è organizzata la sicurezza aziendale.

RSPP: responsabilità civili e penali

La normativa tutela il lavoratore come risorsa primaria sul lavoro.
Le responsabilità per chi non cura, o cura parzialmente la sicurezza e la salute del lavoratore, hanno carattere penale e sempre ricadono sul datore di lavoro. Lo stesso vale per gli oneri di aggiornamento dell’RSPP.
In caso di verbali redatti da Organi di Controllo viene avviato un procedimento penale che può condurre fino alla Procura della Repubblica. Per il Responsabile della Sicurezza esterno invece non è imputabile una responsabilità penale in quanto il professionista è considerato un ausiliario del datore di lavoro, una sorta di consulente tecnico al pari di altri settori aziendali (come il commercialista o l’avvocato).
I risultati dei suoi studi o proposte vengono fatti propri dal datore di lavoro che lo ha scelto, facendo ricadere su quest’ultimo eventuali negligenze commesse dal consulente. L’esclusione della responsabilità penale, tuttavia, non assolve completamente l’RSPP esterno da imputabilità amministrative qualora l’omesso assolvimento, o l’assolvimento parziale dei suoi obblighi, abbia condotto i lavoratori ad una situazione pericolosa.

Formazione RSPP

Il corso di formazione RSPP forma il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, che ha una funzione chiave nella gestione e nel miglioramento della sicurezza dei lavoratori.

In realtà artigianali o produttive fino a 30 lavoratori, lo stesso datore di lavoro può assumersi l’incarico di RSPP, solo dopo aver frequentato il corso di formazione.

La formazione dedicata al RSPP si differenzia in base ai livelli di rischio dell’azienda:

  • Rischio basso: 16 ore;
  • Rischio medio: 32 ore
  • Rischio alto: 48 ore

Costo corsi RSPP

Il prezzo del corso di formazione RSPP dipende dal livello di rischio con cui è catalogata l’azienda.

I Prossimi corsi RSPP in programma

A Monza e Brianza, Milano, Lecco

HAI BISOGNO DI UN CORSO RSPP PERSONALIZZATO?

POSSIAMO AIUTARTI

Grazie alla preparazione del nostro staff possiamo erogare corsi RSPP personalizzati nei nostri uffici di Lesmo (Monza e Brianza) o su richiesta presso la sede del cliente. Se sei interessato al nostro corso RSPP e vuoi organizzarlo presso la sede della tua azienda non esitare a contattarci.

FAQ sui corsi RSPP

Qual è il programma del corso RSPP?

Il programma del corso RSPP verte su questi argomenti:

  • la legislazione vigente in materia di sicurezza dei lavoratori;
  • le responsabilità civili e penali;
  • le figure preposte di sicurezza sul lavoro;
  • i rischi per la sicurezza e salute dei lavoratori;
  • informazione, formazione, addestramento e il processo di valutazione dei rischi;
  • i sistemi di protezione collettiva, i dispositivi di protezione individuale;
  • la gestione delle emergenze sul lavoro.

Quali sono le sanzioni in caso di mancata formazione per l’RSPP?

Le sanzioni per la mancata frequenza ad un apposito corso di formazione da parte del datore di lavoro che intende svolgere direttamente i compiti di RSPP possono essere l’arresto da 3 a 6 mesi o un’ammenda da 2.740 a 7.014,40 euro.

METTI A NORMA LA TUA AZIENDA

ISCRIVITI AL PROSSIMO CORSO RSPP

Il corso addetto antincendio è pensato per dare una formazione preventiva antincendio agli incaricati antincendio e gestione emergenze, che vengono eletti dal datore di lavoro. Il corso RSPP è obbligatorio, non rischiare sanzioni amministrative e penali.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Dicono di noi

  • Ornella
    Ho avuto modo di conoscere il Dott. Panzeri parecchi anni fa. Area81 ha una grande serietà, professionalità e competenza. Ho risolto con i suoi collaboratori i vari problemi aziendali nel supporto degli adempimenti D.lgs 81/08.
    Ornella
    O.M.B. s.n.c Barzaghi, Officina Meccanica di Precisione
  • Marilena
    La nostra cooperativa, La Mano Amica, usufruendo per la prima volta dei corsi da voi tenuti, HACCP e Primo Soccorso, è stata molto soddisfatta del servizio offerto; inizialmente per il primo contatto con la Dott.ssa Macchia Maria, molto sollecita e veloce nel darci le informazioni necessarie, in seguito nell’apprezzare la competenza dei docenti, gradita molto dai partecipanti. In seguito, quando avremo necessità, senz’altro sarà nostra premura contattare l’Area 81.
    Marilena
    La Mano Amica, Cooperativa Sociale
  • Sonia
    Tre parole per definire la società Area 81 di Diego Panzeri: efficienza, disponibilità, professionalità
    Sonia
    Civati & Sala Snc, Produzione Mobili
  • Michela
    Area 81: garanzia di professionalità e competenza! Al nostro fianco nella gestione delle pratiche relative alla sicurezza sul lavoro con un supporto immediato ed efficiente.
    Michela
    Rosantica Gioielli Artigianali
Contatti