Documento di valutazione dei rischi | Area 81

Documento di valutazione dei rischi (DVR)

Documento Valutazione Rischi (DVR)

Il DVR è una relazione che descrive in dettaglio le attività aziendali, con riferimenti ai rischi per la salute e la sicurezza per i lavoratori. Descrive quindi i processi lavorativi, le attrezzature e le sostanze eventualmente impiegate, le misure di prevenzione e di miglioramento.

Il suo scopo è analizzare, valutare, prevenire, ridurre e possibilmente eliminare le situazioni di pericolo. Il DVR serve per valutare tutte le probabilità che si verifichi un evento nocivo per i lavoratori, definire l’entità dell’eventuale danno e suggerire come prevenire queste situazioni.

DVR Area 81

Documento Valutazione dei Rischi: come si compone

In particolare, il DVR deve riportare necessariamente:

  • i dati completi dell’azienda, ovvero l’anagrafica (sede legale e sedi operative);
  • la descrizione completa dell’attività svolta e le relative fasi;
  • le attrezzature, i macchinari, gli impianti e le sostanze eventualmente impiegate nei lavori;
  • analisi dei rischi a cui sono esposti i lavoratori con i potenziai pericoli e rischi per la sicurezza e salute di ogni fase produttiva e lavorativa (es. rumore, vibrazioni, ROA, MMC, CEM, etc.);
  • definizione delle mansioni e dei relativi rischi che pertanto necessitano di particolari competenze e formazione professionale;
  • valutazione particolareggiata per i rischi per le donne in gravidanza e per lo stress da lavoro;
  • le misure di prevenzione e protezione per la tutela dei lavoratori per eliminare o ridurre questi rischi e come attuarle, chi deve attuarle, in che tempi e quali DPI utilizzare;
  • l’organigramma del servizio di prevenzione e protezione con indicazione e dati anagrafici dei professionisti coinvolti nella stesura del DVR (es. RSPP, RLS, Medico Competente);
  • un prospetto o piano contenente le azioni migliorative da attuare secondo un ordine di priorità temporale per incrementare la sicurezza;
  • la data di redazione del documento.

Le figure indicate nel DVR sicurezza

Devono poi essere indicate tutte le figure previste per legge per la gestione della sicurezza aziendale, cioè:

  • il datore di lavoro;
  • il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP);
  • il medico del lavoro;
  • il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS);
  • gli addetti al primo soccorso;
  • gli addetti alla prevenzione incendi e gestione emergenze.

Il documento di valutazione dei rischi ha scadenza? Ogni quanto deve essere aggiornato?

La legge non prevede una scadenza fissa.
Il Documento deve essere aggiornato in caso di variazioni sostanziali che lo rendono superato.

Alcuni esempi che giustificano l’aggiornamento del documento sono: variazione ragione sociale dell’azienda, trasferimento della sede operativa, cambiamenti a livello del ciclo di lavoro, attrezzature o sostanze impiegate.

Chi redige il DVR

La redazione del Documento di Valutazione dei Rischi è a carico del datore di lavoro, che ne è il responsabile e non può delegare altre figure all’interno dell’azienda. Data però la sua importanza, la sua realizzazione può essere affidata a consulenti esterni, come capita spesso. È, infatti, consigliabile affidarsi a esperti che siano in grado di redigere il documento nel rispetto delle direttive del Ministero del Lavoro.

La legge stabilisce inoltre che in alcuni casi possono essere coinvolti nella redazione del DVR:

  • RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione), in quanto supporta il datore di lavoro nella valutazione dei rischi e collabora a definire le misure di prevenzione e protezione,
  • MC (Medico Competente): si occupa in particolare della salute dei lavoratori e dei rischi correlati, predisponendo il protocollo di sorveglianza sanitaria,
  • RLS (Rappresentante dei Lavoratori): subentra nella prima fase per definire il contenuto del DVR e ne riceve poi una copia per visione.

In questi casi il DVR deve, oltre ad avere data certa, riportare le firme del Datore di Lavoro, del Medico Competente e del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza.

Il DVR aziendale deve essere inviato a qualcuno?

Il documento di valutazione dei rischi deve essere mantenuto in azienda o dove hanno luogo le attività lavorative.
Una copia deve essere sempre a disposizione nel caso di controlli ed ispezioni da parte ad esempio di: INPS; INAIL, ASL, Vigili del Fuoco.

DVR standardizzato

Si sconsiglia di ricorrere a un DVR standard, in quanto è un documento essenziale per la sicurezza dell’azienda e deve dunque essere fatto su misura tenendo conto della sua struttura, composizione, rischi specifici del settore e dell’impresa stessa, attrezzature, modalità di lavoro, etc. Inoltre un DVR standard non comporta nessuna tutela nel caso di controlli ed ispezioni, soprattutto nel caso in cui si verifichino incidenti ed infortuni sul lavoro di diversa entità.

Obbligo DVR

Il DVR è obbligatorio per ogni azienda con lavoratori, o soci lavoratori, come stabilito dal D.Lgs. 81/2008. Redigere questo documento è quindi sempre obbligatorio anche per un solo dipendente o collaboratore, indipendentemente dal tipo di contratto.
Non vi è più la possibilità di redigere un’autocertificazione.
Le nuove attività devono redigere il DVR entro 90 giorni dall’inizio dell’attività e immediatamente nel caso in cui un lavoratore entri in una impresa già avviata.

Esenzioni dalla redazione del DVR

Ci sono casi in cui non è obbligatorio redigere un DVR, come nel caso di lavoratori autonomi, ditte individuali, imprese famigliari, aziende con un solo socio lavoratore.

Durata del DVR

Non esiste una scadenza del DVR, ma questo deve essere aggiornato nel caso in cui intervengano modifiche importanti nella realtà aziendale, come cambiamenti nel processo produttivo, nell’organizzazione del lavoro e nascita di nuove mansioni, introduzione di nuovi macchinari ed attrezzature. Vi sono inoltre delle scadenze periodiche che riguardano rischi specifici come stress da lavoro, rumore, etc.

Sanzioni relative al DVR

Vi sono pesanti sanzioni per chi non rispetta l’obbligo di redigere il DVR o non lo fa secondo le normative vigenti. Le sanzioni riguardano il Datore di lavoro:

  • Pena amministrativa tra i 3.000 e i 15.000 euro e pena detentiva fino a 8 mesi;
  • Sospensione dell’attività qualora non venga compilato il DVR e nominato l’RSPP;
  • Modifica di contratti subordinati da tempo determinato, intermittente o a tempo indeterminato.

Area81 è a disposizione della tua azienda per una consulenza specializzata in materia di DVR e per supportarti nella sua stesura a norma di legge.

METTI A NORMA LA TUA AZIENDA

RICHIEDI LA NOSTRA CONSULENZA PER IL TUO DVR

Affidati alla nostra consulenza per realizzare il tuo Documento Valutazione Rischi, mettere in regola la tua azienda.

Dicono di noi

  • Sonia
    Tre parole per definire la società Area 81 di Diego Panzeri: efficienza, disponibilità, professionalità
    Sonia
    Civati & Sala Snc, Produzione Mobili
  • Ornella
    Ho avuto modo di conoscere il Dott. Panzeri parecchi anni fa. Area81 ha una grande serietà, professionalità e competenza. Ho risolto con i suoi collaboratori i vari problemi aziendali nel supporto degli adempimenti D.lgs 81/08.
    Ornella
    O.M.B. s.n.c Barzaghi, Officina Meccanica di Precisione
  • Marilena
    La nostra cooperativa, La Mano Amica, usufruendo per la prima volta dei corsi da voi tenuti, HACCP e Primo Soccorso, è stata molto soddisfatta del servizio offerto; inizialmente per il primo contatto con la Dott.ssa Macchia Maria, molto sollecita e veloce nel darci le informazioni necessarie, in seguito nell’apprezzare la competenza dei docenti, gradita molto dai partecipanti. In seguito, quando avremo necessità, senz’altro sarà nostra premura contattare l’Area 81.
    Marilena
    La Mano Amica, Cooperativa Sociale
  • Michela
    Area 81: garanzia di professionalità e competenza! Al nostro fianco nella gestione delle pratiche relative alla sicurezza sul lavoro con un supporto immediato ed efficiente.
    Michela
    Rosantica Gioielli Artigianali
Contatti
×

Ciao!

Scrivici pure il tuo messaggio, oppure manda una mail a soluzioni@area81srl.it

× Come possiamo aiutarti?